Pagine

Alimentazione

Il Jack Russell è un cane “rustico” e non ha particolari problemi di alimentazione. La razione giornaliera per un Jack Russell  adulto si aggira intorno ai 120/180 gr di cibo secco.
Un calcolo veloce e approssimativo per calcolare la razione giornaliera di un cane sano è di considerare 30 gr per kg cane; un Jack Russell di 4 kg avrà bisogno di 120 gr di pappa.
Ci sono però alcuni fattori che abbassano notevolmente il fabbisogno giornaliero: l’età, la sterilizzazione, la poca attività sportiva ad esempio diminuiscono il fabbisogno giornaliero di calorie, il metabolismo in questi casi è più lento e si rischiano obesità, problemi intestinali o cardiaci.
Per fornire il giusto apporto calorico è fondamentale scegliere un mangime di qualità, possibilmente marche italiane, che hanno maggiore tracciabilità degli alimenti utilizzati per fare il mangime. 
In commercio ci sono mangimi secchi di altissima qualità, esistono numerose aziende italiane che hanno messo a punto delle crocchette bilanciate per qualsiasi esigenza di salute e stile di vita, tenendo conto delle dimensioni del cane e creando crocchette per cani di misura piccola, media o grande. 
Il Jack Russell dovrà mangiare crocchette per cani di taglia piccola.
Il cibo umido contiene molta acqua, quindi la razione giornaliera è maggiore, circa 400 gr al giorno. Per il calcolo si può considerare circa 80 gr al kg al giorno.
La razione giornaliera dipende comunque dal peso del cane, dall’età e dallo stile di vita. Per evitare principalmente problemi di obesità e tutti quelli correlati all’alimentazione non bisogna
mai superare le dosi indicate sulle confezioni.
Alimentare il cane abituato a poca attività fisica, che si limita a correre in giardino o a fare passeggiate, con un mangime consigliato per cani abituati a svolgere attività fisica molto intensa, potrebbe causare eczemi, problemi ematici, e dermatiti croniche.

Una buona alternativa è il pasto casalingo, sano ma meno pratico. È necessario bilanciare correttamente gli alimenti di cui ha bisogno il cane, principalmente proteine (carne, preferibilmente bianca), in quantità inferiore carboidrati (riso, cereali, pane secco, pasta) e una piccolissima quantità di verdure (carote, piselli, zucchine).
Le proteine della carne possono essere sostituite, una o due volte la settimana, da quelle del pesce, delle uova o del formaggio magro. Le verdure a differenza di quanto succede all’uomo, non sono digerite velocemente dai cani e se mangiate in grande quantità causano un lungo processo di fermentazione, formando gas e problemi intestinali. 
Tutto il cibo deve essere ben cotto e scondito, ogni tanto si può aggiungere un cucchiaino di olio di oliva. Anche la frutta dà problemi di fermentazione, quindi va mangiata in dosi moderate e non è da considerarsi un pasto giornaliero essenziale.
Il latte è un alimento ricco di calcio ed è ideale per i cuccioli perché aiuta ad irrobustire la struttura scheletrica in accrescimento, ma non tutti i cani lo sopportano, al primo segno di disturbi intestinali come diarrea o vomito andrà eliminato e sostituito con yogurt o mozzarella, di solito meglio tollerati. L’osso è pericolosissimo, soprattutto quello di pollo o gallina perché rompendosi forma delle schegge che potrebbero perforare lo stomaco o l’intestino con esiti mortali. In più è difficilissimo da digerire ed è causa di stitichezza prolungata. 
Saltuariamente si può concedere al nostro cane il divertimento di rosicchiare in tranquillità un osso duro bollito (osso buco, rotula del ginocchio), di cui il macellaio è quasi sempre fornito.
L’alternativa è l’osso di pelle di bufalo o altri materiali naturali commestibili, acquistabili nei negozi per animali. L’osso comunque non deve far parte dell’alimentazione abituale, ma essere un passatempo occasionale.
Da evitare assolutamente gli avanzi casalinghi ben conditi, fritti, e piccanti. Evitare anche i dolci e soprattutto il cioccolato, ricordatevi che per il vostro cane è veleno; tre-quattro etti di cioccolata possono addirittura uccidere un cucciolo.
L’alimentazione casalinga è impegnativa, ma con un po’ di organizzazione e preparando delle monoporzioni precotte e surgelate si può evitare la preparazione giornaliera.
In ogni caso, qualsiasi tipo di alimentazione sana si scelga, il vostro cane vi sarà eternamente grato.
Diamogli il meglio.

Nessun commento:

Posta un commento